© Comunità Parrocchiale di Pioppe-Salvaro-Sibano-Malfolle (BO)
CATECHESI 22 Mag 2016
COMUNITA’ PARROCCHIALE DI  PIOPPE-SALVARO-SIBANO-MALFOLLE Home Vita Parrocchiale Catechesi Orari&eventi Feste Viaggi Sacerdote Editoria Contatti Links
Commento dei bambini La seconda lettura ci ha offerto lo spunto per confrontarci fra genitori e con i nostri figli sulle immagini e sul significato di Dio, Gesù e lo Spirito Santo. Ecco le riflessioni dei bimbi: - La speranza è un sogno, il desiderio è lottare per per le proprie opinioni, credere in sè stessi. - Dio è una persona che ci dice come comportarci bene - Comunichiamo con Dio attraverso il pensiero - Dio ha creato tutto ciò che è intorno a noi - Anche noi creiamo l'amore e l'amicizia ,ma anche moto, macchine, treni e cose brutte come la guerra Dio ha creato l'universo, e lo Spirito Santo è in tutto quello che ci circonda. Noi creiamo e comunichiamo con le mani che abbiamo individuato come simbolo della creatività. I bimbi hanno scritto sulle loro mani tutti i doni del creato che abbiamo ritrovato nel canto alla Creazione (Dolce sentire).
next previous Torna alla pagina della Catechesi
Domenica 22 Maggio  2016 Solennità della S.S. Trinità anno C Dal libro dei proverbi (8, 22-31) Dalla lettera di san Paolo apostolo ai Romani (5, 1-5) Giustificati dunque per la fede, noi siamo in pace con Dio per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo; per suo mezzo abbiamo anche ottenuto, mediante la fede, di accedere a questa grazia nella quale ci troviamo e ci vantiamo nella speranza della gloria di Dio. E non soltanto questo: noi ci vantiamo anche nelle tribolazioni, ben sapendo che la tribolazione produce pazienza, la pazienza una virtù provata e la virtù provata la speranza. La speranza poi non delude, perché l'amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato. Dal Vangelo di Giovanni (16, 12-15) In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future. Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».
Io non so come facciate in pochi minuti a fare delle cose così belle, oppure lo so, ... è fatto con il cuore. Amate le parole, amate i gesti, .. e vengono fuori queste cose. Io avevo detto alcune cose, ma avevo dimenticato la natura, il vento, il sole, la luna..... e voi  l’avete rappresentato come oggetto o presenza da pregare... pregate il sole, pregate la luna, pregate il vento, pregate l’acqua. Questa è la festa di oggi. Dio che si manifesta, si rende presente.... Grazie Don Arrigo
Clicca per ascoltare “Dolce sentire”