© Comunità Parrocchiale di Pioppe-Salvaro-Sibano-Malfolle (BO)
CATECHESI 18 Ott 2015
COMUNITA’ PARROCCHIALE DI  PIOPPE-SALVARO-SIBANO-MALFOLLE Home Vita Parrocchiale Catechesi Orari&eventi Feste Viaggi Sacerdote Editoria Contatti Links
Commento dei bambini Oggi abbiamo letto il Vangelo dove ci sono due Apostoli che si chiamano Giacomo e Giovanni. Loro chiedono a Gesù di diventare forti e potenti, perchè se Lui sarà Re, loro vogliono essere i suoi consiglieri speciali. Invece Gesù gli spiega che Lui è venuto per SERVIRE e che quindi anche loro dovranno fare lo stesso. Allora durante il catechismo abbiamo provato a capire cosa vuol dire per noi SERVIRE: abbiamo detto che per METTERSI AL SERVIZIO degli altri dobbiamo usare tutte le parti del nostro corpo, perchè ogni parte del corpo è importante perchè può AIUTARE molto. Quindi in questo cartellone c’è un corpo senza tante parti e noi le abbiamo aggiunte per esprimere meglio ogni funzione e ricordarci ogni giorno come usarle per SERVIRE, come Gesù. XXIX  Domenica Anno B Dal libro del profeta Isaia (53,2.3.10-11) Dalla lettera agli Ebrei (4,14-16) Dal Vangelo di Marco (10,35-45)                                               E gli si avvicinarono Giacomo e Giovanni, i figli di Zebedèo, dicendogli: "Maestro, noi vogliamo che tu ci faccia quello che ti chiederemo". Egli disse loro: "Cosa volete che io faccia per voi?". Gli risposero: "Concedici di sedere nella tua gloria uno alla tua destra e uno alla tua sinistra". Gesù disse loro: "Voi non sapete ciò che domandate. Potete bere il calice che io bevo, o ricevere il battesimo con cui io sono battezzato?". Gli risposero: "Lo possiamo". E Gesù disse: "Il calice che io bevo anche voi lo berrete, e il battesimo che io ricevo anche voi lo riceverete. Ma sedere alla mia destra o alla mia sinistra non sta a me concederlo; è per coloro per i quali è stato preparato". All'udire questo, gli altri dieci si sdegnarono con Giacomo e Giovanni. Allora Gesù, chiamatili a sé, disse loro: "Voi sapete che coloro che sono ritenuti capi delle nazioni le dominano, e i loro grandi esercitano su di esse il potere. Fra voi però non è così; ma chi vuol essere grande tra voi si farà vostro servitore, e chi vuol essere il primo tra voi sarà il servo di tutti. Il Figlio dell'uomo infatti non è venuto per essere servito, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti".
next previous Torna alla pagina della Catechesi La bocca ci serve per fare un sorriso, far felice. Assaggiare cibo buono da condividere con gli altri; consolare con parole una persona triste. Chiedere a qualcuno se ha bisogno di me Le orecchie ci servono per ascoltare bene, con attenzione e sentire i bisogni degli altri, i segreti di un amico. Il cuore mi serve per esprimere i sentimenti: la felicità e la tristezza, l’amore e la paura. Ci serve per amare e non essere egoisti. Il cuore aiuta a far funzionare tutto il resto. Gli occhi mi servono per guardare cosa succede intorno a me, cosa mi manca, dove sto andando, mi servono per aiutare un cieco a trovare la strada e chi ha bisogno. Le mani ci servono per fare carezze, portare qualcosa che serve a qualcuno, dare da mangiare a chi non può farlo da solo o ad un amico a scuola senza merenda; essere utili I piedi ci servono per giocare con gli animali, arrivare da un amico che ha bisogno di me; correre a salvare qualcuno.