© Comunità Parrocchiale di Pioppe-Salvaro-Sibano-Malfolle (BO)
CATECHESI 21 Dic 2014
COMUNITA’ PARROCCHIALE DI  PIOPPE-SALVARO-SIBANO-MALFOLLE Home Vita Parrocchiale Catechesi Orari&eventi Feste Viaggi Sacerdote Editoria Contatti Links

21 Dicembre 2014  Dal libro2° di Samuele

Il re Davide, quando si fu stabilito nella sua casa, e il Signore gli ebbe dato riposo da tutti i suoi

nemici all’intorno, disse al profeta Natan: «Vedi, io abito in una casa di cedro, mentre l’arca di Dio

sta sotto i teli di una tenda». Natan rispose al re: «Va’, fa’ quanto hai in cuor tuo, perché il Signore

è con te».

Ma quella stessa notte fu rivolta a Natan questa parola del Signore: «Va’ e di’ al mio servo Davide:

Così dice il Signore: “Forse tu mi costruirai una casa, perché io vi abiti? Io infatti non ho abitato in

una casa da quando ho fatto salire Israele dall’Egitto fino ad oggi; sono andato vagando sotto una

tenda, in un padiglione.Durante tutto il tempo in cui ho camminato insieme con tutti gli Israeliti, ho forse

mai detto ad alcuno dei giudici d'Israele, a cui avevo comandato di pascere il mio popolo Israele: Perché

non mi avete edificato una casa di cedro?”.    Ora dunque dirai al mio servo Davide: Così dice il Signore

degli eserciti: “Io ti ho preso dal pascolo, mentre seguivi il gregge, perché tu fossi capo del mio popolo

Israele. Sono stato con te dovunque sei andato.  Quando i tuoi giorni saranno compiuti e tu dormirai con

i tuoi padri, io susciterò un tuo discendente dopo di te, uscito dalle tue viscere, e renderò stabile il suo

regno. Egli edificherà una casa al mio nome e io renderò stabile il trono del suo regno per sempre.

next previous Torna alla pagina della Catechesi
Cliccare per visualizzare il commento dei bambini
Il Presepe Mi sembra che uno dei simboli del Natale, almeno nel nostro mondo, sia il Presepio, anche se è tardivo (fu pensato da S. Francesco d’Assisi a Greccio come presepio vivente e poi si è sparso in tutto il nostro mondo cattolico. E’ un messaggio: noi pensiamo per Dio una casa grandiosa per la venuta del Messia, ma Dio lo invia in una grotta, in una capanna, in una stalla………: al solito Dio non pensa come noi e ci chiede di adattarci il più possibile al suo pensiero.. Don Arrigo Chieregatti